BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes

Scafoide Accessorio

LA SINDROME DELLO SCAFOIDE ACCESSORIO

Lo scafoide accessorio (os navicularum o os tibiale externum) è costituito da un piccolo osso o da una porzione di cartilagine che occasionalmente si trova sul lato interno del piede appena sopra l'arco plantare. E' incorporato all'interno del tendine tibiale posteriore, che si inserisce allo scafoide.

Si tratta di un'anomalia scheletrica di natura congenita (compare alla nascita). Non è parte della normale struttura ossea e pertanto non è presente nella maggior parte delle persone.

Che cosa è la sindrome dello scafoide accessorio?
Le persone che hanno un scafoide accessorio spesso non sono a conoscenza della loro malattia finchè non si accorgono di avere dei disturbi caratterizzati da dolore nella parte interna del piede. Il dolore può comparire in seguito ad un trauma distorsivo del piede o della caviglia oppure come espressione di un'irritazione cronica causata da un determinato tipo di scarpe.

La sindrome dello scafoide accessorio è spesso associata al piede piatto. Generalmente i primi disturbi si manifestano nel corso dell'adolescenza, meno frequentemente in età adulta. Si osserva una protuberanza ossea dolorosa nella parte interna del piede, spesso accompagnata da arrossamento e gonfiore. Il dolore di solito è avvertito durante o dopo periodi di attività fisica intensa (pratiche sportive, lunghe camminate).

Una conferma diagnostica è data dalle radiografie del piede.

Il trattamento può essere conservativo o chirurgico. L'obiettivo è quello di alleviare i sintomi. Possono essere utilizzati farmaci antidolorifici, ghiaccio, riposo, un tutore di immobilizzazione o anche plantari specialmente se è associato un piede piatto.

Quando è necessario l'intervento chirurgico?
Nei casi di insuccesso del trattamento conservativo è opportuno intervenire chirurgicamente mediante asportazione dell'osso accessorio ed eventuale ritensionamento del tendine tibiale posteriore per migliorarne la sua funzione. Nel caso sia presente un piede piatto, contemporaneamente anch'esso viene corretto con le tecniche che variano a seconda dell'età del paziente e della tipologia del piede piatto.

Utilizziamo i cookie per offrirti una navigazione migliore sul nostro sito. Cliccando "Chiudi" o continuando a navigare nel sito accetti l'uso dei cookies.